LEADERSHIP

90 aziende sulle prime 100 della lista di Fortune, e l’80% delle prime 500, usano indicatori di personalità basati sull’MBTI e questionari costruiti sulla stessa impalcatura concettuale.

L’applicazione dello strumento MBTI allo sviluppo di capacità di leadership consente al leader di:

  • identificare il proprio potenziale di leadership intrinseco
  • esaminare le abitudini che potrebbero limitarne il successo
  • ampliare le visioni sui passi per diventare un leader più efficace
  • dotarlo dell’elasticità che serve per provare nuovi comportamenti
  • predisporre un piano personalizzato di miglioramento della leadership coerente con la sua natura e su misura per lui.

 

Lo strumento MBTI può essere usato per comprendere e migliorare gli stili personali tipici in tre aree di attività chiave del leader:

  • impostare la direzione dell’organizzazione
  • ispirare gli altri a collaborare verso quella direzione
  • mobilitare le risorse per l’effettivo raggiungimento degli obiettivi.

 

Inoltre l’MBTI consente di conoscere, riconoscere e apprezzare i diversi stili comunicativi tipici e i diversi modi di vivere le emozioni e dare priorità agli aspetti lavorativi. Può essere usato per mappare le zone di comfort, di crescita e di pericolo tipiche dei leader e i loro mind-set e i modelli di leadership di riferimento.

In particolare grazie all’MBTI vengono approfondite le caratteristiche specifiche delle 8 preferenze dominanti derivate dalla combinazione delle quattro funzioni (Sensazione, Intuizione, Pensiero e Sentimento), con gli atteggiamenti Estroversione e Introversione: a partire da questa analisi può essere costruito un piano di lavoro con i leader.

Il tipo può essere usato come riferimento per pianificare lo sviluppo e l’affinamento degli stili di leadership nel corso della carriera con un piano di lavoro diversificato a partire da come i 16 tipi complessivi possono interpretare al meglio il loro stile di leadership, massimizzare il proprio potenziale. Attraverso l’MBTI il leader trova uno strumento per riflettere consapevolmente sul percorso di crescita professionale in cui si riconosce e si sente più valorizzato.

 

 

LEADERSHIP E CULTURA ORGANIZZATIVA

 

Lo strumento MBTI può essere utilizzato in maniera eccellente per guidare i leader e aiutarli a comprendere in che modo tenderanno a plasmare una cultura organizzativa sbilanciata basata sulle proprie preferenze MBTI.

Il processo di assessment finalizzato all’autoconsapevolezza supporta il cliente nel comprendere appieno come le sue preferenze influenzano il modo in cui plasma la cultura dell’organizzazione. In questo caso la missione del  coach è duplice: aiutare innanzitutto il leader a trasformare se stesso, e poi aiutare il cliente a trasformare e plasmare consapevolmente la cultura della sua organizzazione per ribilanciarla.

In molti casi i leader hanno chiaro che modificare una prassi o un processo gestionale possono rivelarsi scelte poco efficaci per fare la differenza in caso di problemi generalizzati. Anzi, un investimento foccalizzato sull’operatività potrebbe rivelarsi meno valido come investimento a lungo termine, rispetto di un investimento fatto per andare più a fondo con cambiamenti sostanziali nell’organizzazione e nei team. MBTI è uno strumento utilizzabile per i processi di transformative leadership.

Usare l’MBTI può aiutare i leader a vedere come le loro preferenze personali stiano influenzando la cultura organizzativa e come possono adottare un repertorio di leadership più completo per migliorare la performance e l’efficacia dell’organizzazione.

 

L’MBTI può essere applicato anche con un approccio sistemico, per:

  • comprendere cos’è una cultura organizzativa e come e perché impatta la performance dell’organizzazione;
  • usare un modello di cambiamento trasformativo e una strategia che si è già dimostrata utile per raggiungere i risultati attesi;
  • apprendere e comprendere perchè una cultura organizzativa sbilanciata può effettivamente demotivare i colleghi e diminuire la performance organizzativa;
  • implementare un piano di cambiamento culturale che coinvolga gli altri e sviluppi senso di responsabilità;
  • integrare un processo di cambiamento di modello che superi la resistenza al cambiamento;
  • passare in rassegna e modificare i value statements che riflettono gli elementi positivi da integrare nell’organizzazione per dare forma al futuro desiderato;
  • fare un assessment delle preferenze personali di tipo per determinare quale tipo di cultura il leader tenderà a creare nella propria organizzazione.

(Stanley D. Truskie “Transformational leadership: using the MBTI to coach leaders”)